Tutti i Progetti di Find The Cure - Find The Cure Italia ODV

Tutti i Progetti di Find The Cure

Tutti i progetti fino ad ora realizzati e tutti quelli in corso di realizzazione sono stati possibili grazie ai fondi provenienti da donazioni di singoli privati e attraverso le molteplici iniziative che Find the cure ha proposto in questi anni e che ancora propone.

Find the cure si fonda sul principio di seguire in prima persona i progetti, pur non avendone “associazione dipendente”, ovvero nessun progetto va avanti perché c’è personale di Find the Cure in loco. Collaboriamo invece a stretto contatto con partner locali selezionati, fornendo gli strumenti per poter autofinanziare e gestire il progetto con le proprie forze. La nostra priorità capire e ascoltare i bisogni e le necessità vere della popolazione e del paese al quale ci rivolgiamo e crediamo fortemente che un progetto possa essere sostenibile solo ed esclusivamente quando la gente del posto potrà sentirlo come “un proprio progetto” e non un qualcosa che un’associazione italiana ha preparato e impacchettato ad hoc per loro.

Tutti i progetti di FTC mirano a salvaguardare i diritti fondamentali per ogni essere umano

(sono violati per due terzi della popolazione mondiale)

Equità sociale

Cure sanitarie

Accesso all’istruzione

Accesso all’alimentazione

Acqua potabile

Una vita dignitosa

 
Il progetto prevede la costruzione di un ostello maschile per 125 studenti per la Fr. Jose Kaimlett Memorial Secondary School a Milola, distretto di Kilombero, Morogoro, Tanzania. La necessità di costruire un ostello è fondamentale per garantire la frequentazione della scuola.
Quando si parla di sanità nei paesi in via di sviluppo, il primo pensiero va a Malaria, Tubercolosi e HIV. In realtà nell’ultimo decennio il quadro è drasticamente cambiato. La crescente urbanizzazione in cerca di lavoro e l’immissione sul mercato di motocicli a basso costo (e quindi accessibili a molti) prodotti dalla Cina ha creato una vera epidemia di traumatologia. Il progetto “Samburu Orthopaedic and Trauma Project” nasce per curare efficacemente i pazienti permettondo loro di tornare attivi al 100% senza disabilità nel minor tempo possibile per poter prendersi cura della famiglia e dell’educazione.
Meccanizzare l'agricoltura consente di aumentare il reddito della popolazione, sostenere l’autosufficienza e combattere la povertà.
Il villaggio di Makono ha un centro della salute e una maternità dove però, al momento, non arriva l’acqua.
Il villaggio di Kondou è il più estremo nel comune di Kassaro e confina con il Comune di Guenikoro. La lontananza dal centro e quindi dai servizi rende Koundu uno dei villaggi più rurali del Comune.
Parkati si trova in Samburu County a 26 Km da Tuum in una zona molto arida, che riceve meno di 300-450 mm di pioggia all’anno. E’ una comunità Turkana di circa 1000 persone che conosciamo sin dalle prime missioni in Samburu.
Dal 2019 abbiamo deciso di inserire nel progetto di Sostegno a Distanza i bambini del Samburu County (Kenya) che, pur vivendo con le proprie famiglie, non frequentano le scuole a causa delle spese scolastiche che i genitori, per vari motivi (assenza del capofamiglia, numerosi figli, malattie, mancanza di lavoro), non riescono ad affrontare. La borsa di studio verrà utilizzata per pagare la retta scolastica, materiale didattico e divisa, dando così la possibilità ai bambini di poter studiare.
La scuola materna e primaria ITETERO, nel Distretto di Kayonza, nella provincia orientale del Rwanda, è stata aperta nel 2013 per iniziativa privata locale per dare l’opportunità di una buona istruzione ai bambini di famiglie povere che diversamente non avrebbero avuto accesso nè a scuole pubbliche (sovraffollate) nè private (molto costose). Oggi la scuola ITETERO è la più economica di Kayonza ed è frequentata da 78 bambini alla materna e 131 nella primaria.
Un progetto autogestito di coltivazione del mais autoctono (no qualità provenienti dall’estero, ma solo mais locale) senza influenze e condizioni poste dal governo.
Nelle aree rurali della Tanzania, paese in cui il sistema sanitario nazionale è a pagamento, non viene svolta alcuna educazione sanitaria e la maggior parte delle persone non si reca in ospedale se non in uno stadio della malattia ormai troppo avanzato e difficilmente trattabile. Per contrastare questa situazione e invertirne la tendenza, lo Staff del Good Samaritan Hospital di Msolwa Ujamaa e i volontari Find The Cure in missione svolgono periodici Medical Camp.
Sostegno per corsi di formazione c/o la Croce Rossa di Bamako per ostetriche che operano in maternità rurali nel Comune di Kassarò, Mali.
L’Ospedale nella zona di Rumbek, costituito da più padiglioni, offre un servizio straordinario per la popolazione di Mapourdit e tutti villaggi limitrofi.
Costruzione di un granaio collettivo per l’accumulo protetto di mais per il periodo secco.
Progetto sportivo-umanitario che unisce sport e solidarietà in un legame così stretto da non riuscire a distinguere la fine di uno e l'inizio dell'altro.
Missioni di supporto di volontari FTC in tutti i paesi dei progetti e supporto sanitario medico - infermieristico.
L’asilo si trova nel comune di Kassaro, area rurale della Regione di Kayes, Mali. Attivato ufficialmente a Gennaio 2010 come Jardin d’enfants da Silvana Cavallo – moglie di Yacouba Diakitè, sindaco di Kassaro – è l’unico asilo pubblico del Comune di Kassaro, anzi… è l’unico asilo in un’area molto ampia e che consta più di 20.000 abitanti!
Supporto Sanitario Medico/Infermieristico All’Ospedale Good Samaritan Di Msolwa Ujamaa attraverso l’invio di volontari sanitari, in particolare in aiuto ai nostri partner locali Missionaries of Compassion.
Find The Cure continua a sostenere le scuole di Msolwa Ujamaa e i suoi ostelli perché crede nella necessità dell’istruzione, perché Father Manoj e i Missionari della Compassione possano ogni giorno ospitare un bimbo in più, perché i 180 bambini che oggi vivono insieme ai fathers e alle sisters possano aumentare, perché anche le famiglie più povere di Msolwa possano mandare i bambini a scuola sapendo di poter ricevere libri e quaderni che altrimenti non potrebbero permettersi, perché sempre più ragazzi possano contare su un pasto sicuro, un’istruzione solida e una comunità in cui crescere. Perché sempre più ragazzi possano avere un futuro.
L’Ostello di SHERP (Samburu Handicapped and Rehabilitation Program) in Maralal (Kenya) accoglie e accudisce 135 bambini di tutto il Samburu County con disabilità gravi: principalmente danni da parto, epilettici gravi, sordomuti e malformazioni ossee invalidanti.
Questo programma nasce nel 2008 quando, dopo diverse missioni dei volontari, è risultata lampante la necessità di trovare una forma di sostegno per quelle persone di fatto “ai margini della società” perché non in grado di accedere al sistema sanitario e quindi alle cure, dalle più semplici alle più complesse – le cosiddette “salvavita”.
Portare in regalo divise a squadre di calcio dei paesi dove abbiamo I progetti ovunque ci sia una squadra o una scuola, perché è un gesto piccolo e semplice, che rende felici.
Sostegno per i bambini, appartenenti a famiglie che non potrebbero sostenere le spese della nursery. In particolare si provvede alla retta, allo zainetto e alla divisa.
La scuola dei Bimbi Pastore ha un gran valore: dare la possibilità di acquisire nozioni base, a bambini che, durante il giorno lavorano come pastori, senza quindi possibilità di frequentare la scuola.
Sharing is Caring