Lororua - Find The Cure Italia ODV

Lororua

Lororua

Lororua

Stato del sostegno: concluso con successo (guarigione)

[shortcode-variables slug=”malato-intro”]

 

Scheda Paziente

Nome Lororua L.
Anno di nascita 2005
Provenienza Moru, Samburu Nord, Kenya
Finder di riferimento Daniele Sciuto, Yasmin Genovese
Patologia Frattura di femore
Tipo di adozione il sostegno è stato di tipo continuativo
Terapia Intervento chirurgico+ follow up post intervento ed eventuale fisioterapia.

Annotazioni

Lororua è un bimbo pastore, uno dei tanti che in questo periodo di estrema siccità che ha affrontato il Nord del Kenya giungono all’ospedale di Maralal.

Molti dei bambini Samburu e Turkana sono destinati a diventare pastori e così a 4/5 anni, invece di iniziare il percorso scolastico, lasciano la propria casa ed iniziano a portare il bestiame al pascolo, che si tratti di capre, di mucche o di cammelli, percorrono kilometri e kilometri lontani da casa, spesso da soli o accompagnati da altri bambini di poco più grandi. Il bestiame è la ricchezza della propria famiglia e la sua sopravvivenza è strettamente correlata al futuro di una famiglia; così in questi mesi di estrema siccità in cui le piogge non si sono viste per due stagioni di seguito, trovare un po’ di verde era impresa ardua se non impossibile, i pascoli si sono spinti in luoghi veramente lontani e remoti e ritornare, in caso di emergenza, vuol dire intraprendere uno vero e proprio viaggio a piedi.

Molto spesso i bambini, che sono più agili, si arrampicano sugli alberi più alti dove ancora qualche foglia è presente per cercare di tagliare i rami e far avere un po’ di cibo agli animali; questo piccolo giochetto porta una miriade di fratture a livello osseo dovute alle cadute da questi pochi ma maledetti alberi, fratture che comportano un cospicuo sanguinamento e se non curate per giorni/settimane spesso hanno un esito negativo che va dalla morte o alla gangrena e conseguente amputazione della gamba.

Lororua per fortuna è giunto in tempo all’ospedale di Maralal e altrettanto in tempo siamo stati in grado di inviarlo all’ospedale di Chaaria a Meru, ospedale missionario, molto preparato in campo ortopedico che sarà in grado di operare il piccolo ed evitare che perda la gamba.

Lororua è solo uno dei tanti casi di bimbi pastore che stiamo vedendo in questo periodo, dopo di lui un altro piccolo non è riuscito ad arrivare in tempo perché il luogo dov’era al momento della caduta era veramente lontano, i genitori così per cercare di fermare il sanguinamento hanno usato un tessuto che ha sì fermato l’emorragia, ma che ha agito come un laccio emostatico e così quando sono arrivati in ospedale la gamba era ormai in stato di gangrena avanzata e l’unica soluzione è stata l’amputazione.

Amputare una gamba è sempre una scelta difficile, farlo in un bambino è tremendo e farlo qui in Kenya, nella zona del Samburu, dove l’attività principale è la pastorizia e quindi camminare per kilometri e kilometri, vuol dire condannare una vita.

Con il programma di Adotta un Malato, grazie al Fondo per le Emergenze, abbiamo scelto di prenderci carico di tutti questi casi di bambini pastore che stanno giungendo all’ospedale, per cercare di intervenire il prima possibile ed evitare che questi bimbi diventino dei disabili destinati all’emarginazione sociale.

Sharing is Caring
Sostieni Lororua L.


* Campi richiesti


Informativa sul Trattamento dei dati: i tuoi dati personali saranno usati per processare la tua richiesta e per le finalità descritte nella Policy sul Trattamento dei Dati di Find The Cure Italia. Vedi la Policy completa