Raccolta Fondi “In cinque al Tor des Geants per Msolwa” – Raggiunto il primo obiettivo

Chi ci segue anche su You Find The Cure, sa che ci sono 5 atletoni un po’ particolari che correranno il Tor Des Geants portando in giro i colori solidali di Find The Cure con l’obiettivo di aiutare con la loro corsa un villaggio lontano 10.000km da casa. Due obiettivi: una macchina per il riso e una per il mais. Una vera destinazione: il villaggio di Msolwa Ujamaa in Tanzania per cui raccogliere 4835€. 

Oggi il primo obiettivo è raggiunto! 3305 euro sono già stati raccolti per la Macchina per il Riso

Il riso, mchele in lingua swahili, è il secondo alimento coltivato e commercializzato in Tanzania dopo il mais, infatti il 18% delle terre lavorate sono risaie.

La regione del Morogoro, dove si trova il villaggio di Msolwa Ujamaa, fa parte del cosiddetto Corridoio Centrale dove sorgono le maggiori piantagioni di riso, grazie alla buona irrigazione durante il periodo delle piogge. Tuttavia la siccità è un grosso problema del paese e fa si che i raccolti scarseggino con un conseguente rincaro dei prezzi.

Da oggi il villaggio di Msolwa Ujamaa, e in particolare l’ostello scuola Assumption, possiede un nuovo macchinario per la lavorazione del riso garantendo così un approvvigionamento per l’ostello e per il villaggio e una corretta alimentazione dei ragazzi.

Mancano ancora 1530€ per la Macchina per il Mais … vuoi aiutarci?

Conosci meglio la raccolta solidale

Perchè servono due macchine per i cereali?

L’Assumption Primary School e la Compassion Secondary School of Missionaries of Compassion sono situate a Msolwa Ujamaa nel distretto di Kilombero, regione del Morogoro, sud-­ovest della Tanzania.

L’area è prevalentemente rurale e la più vicina area urbana – Ifakara- si trova a 60km. La maggior parte degli abitanti dei villaggi sono contadini di mais e riso. A causa della siccità dei primi sei mesi del 2017, i prezzi del cibo sono incrementati di quasi tre volte in Tanzania e i venditori ne hanno approfittato per far crescere costantemente i prezzi al punto che un venditore è stato preso dalla polizia per aver mescolato la calce con la farina di mais. Tutto ciò ha avuto ripercussioni sul budget della scuola e soprattutto sulla qualità dell’alimentazione dei ragazzi dell’ostello.
I genitori hanno così suggerito che producendo loro stessi con i macchinari appositi il riso e il mais, il cibo si sarebbe potuto poi conservare in un magazzino da costruirsi con l’aiuto di Find The Cure. In questo modo la qualità del cibo sarà assicurata e, in caso di emergenze improvvise, il budget della scuola potrà essere preservato.

L’obiettivo di questo progetto è di garantire l’alimentazione dei ragazzi dell’ostello ed eventualmente di aiutare la popolazione locale a produrre e conservare le riserve alimentari per il villaggio stesso.

Il progetto completo prevede: l’acquisto del terreno, la costruzione del magazzino, i macchinari per il mais (pulizia e macinatura) e per il riso, i motori per le macchine e l’impianto elettrico.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *