Mission Tanzania 14: primi giorni

A distanza di un anno, eccomi nuovamente a Msolwa Ujiamaa. L’attività che svolgo è prettamente in ospedale e con immenso piacere ho visto che i cambiamenti logistici e gestionali attuati lo scorso anno sono stati mantenuti… credetemi, non è cosa da poco nel mood africano!

Ora si va avanti! Ogni giorno è un piccolo contributo in più per migliorare il modo di fare assistenza. Il personale infermieristico è molto disponibile e con i responsabili dell’ospedale c’è molta collaborazione. Nonostante questo non è per niente semplice: in questi giorni per esempio abbiamo aperto il reparto di pediatria, finora i bambini venivano ricoverati nel reparto con le donne, altro passo avanti, ma da da due giorni manca l’acqua in tutta Msolwa e anche in Ospedale inizia a scarseggiare. Non piove da parecchi giorni ed è una stagione molto calda… Questa è l’Africa!

Il tempo libero lo dedico a giocare con le bimbe dell’ostello che riescono a riempire il cuore di gioia in ogni momento. Le bambine che vivono in ostello sono 70: dai 5 ai 14 anni, seguite da due nuove ragazze molto attente e delicate nei modi. L’aspetto meraviglioso della vita in ostello è il prendersi cura reciprocamente, le bambine più grandi aiutano le più piccole… piccole donne crescono!

Oggi trasferta nell’ospedale di Ifakara… ma questa è un’altra storia! To be continued…

Elena Spadoni, Mission Kenya 8

Lascia un commento

2 pensieri su “Mission Tanzania 14: primi giorni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *