Mission Mali 6: primi giorni

20150513083153 (1)Arrivate a Bamako siamo state battezzate da una pioggia fine che ci ha dato il benvenuto nel cuore del Mali. Ad accoglierci il nostro amato sindaco Yacouba Diakite. Dopo una prima notte di pernottamento in un torrido alberghetto della capitale, ci siamo mosse tra le polverose strade della città per comprare generi alimentari che non si troveranno facilmente dove siamo dirette, a Kassaro. Con un pulmino stipato di cibo, acqua, borsoni, pesci, farmaci, semi, persone che salgono e scendono per un passaggio tra cui tre donne che allattano serenamente tra un sobbalzo e l’altro, arriviamo a destinazione. Ci accoglie Sori, il guardiano tuttofare,che ci riempie di ‘ca va’, ‘ca va bien’, ‘ et la famille’, rinnovandoci ogni volta la gioia del ritorno. ..ed è subito casa.

La prima visita è alla maternità e al centro di salute e a colpirci immediatamente una novità conseguente alla questione ebola, la presenza di più punti acqua per il lavaggio delle mani e la rilevazione della temperatura per la prevenzione di malattie facilmente trasmissibili. Dopo i saluti di rito a Kane, Maba e a tutto il personale del centro di salute, iniziamo la raccolta dati circa l’attività della maternità. Notiamo con piacere che prosegue il programma sulla malnutrizione infantile sostenuto dall’associazione ACF (action contre la faim).

Omar, che conosciamo da sempre come braccio destro di Diak, ora responsabile della gestione del centro di salute, ci parla subito di un’emergenza relativa alla conservazione   dei vaccini. Attualmente vengono ‘non conservati’ in un frigo a gas mal funzionante che rischia di compromettere l’intera campagna vaccinale.

La richiesta immediata è quella dell’acquisto di un frigorifero alimentato a pannelli solari come già avevamo fornito al villaggio di Sagabari. Dopo esserci consultate con Presi, provvediamo immediatamente all’acquisto che speriamo di vedere operativo prima del nostro rientro.

Per i prossimi giorni ci attende un programma denso di incontri, medical camp e inaugurazione dei nuovi pozzi.
Kambe!

Lascia un commento

2 pensieri su “Mission Mali 6: primi giorni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *