Mission Mali 5: PRIMI GIORNI

Arrivate poco dopo la mezzanotte a Bamako.
Non possiamo farci ancora un’idea di quello che vedremo nei prossimi giorni nella città. Il buio è pesto.
Il caldo ci assale.
Trascorriamo le prime due notti c/o la sede della croce rossa di Bamako.
Durante i primi due giorni visita alla città, approvvigionamento di farmaci c/o la farmacia della croce rossa dove si sono potuti definire, insieme a Diak , gli ultimi dettagli sul corso per levatrici ed infine abbiamo potuto prendere parte alla riunione dell’associazione per lo sviluppo di Fouladougou (Adf).
In un tardo pomeriggio, terribilmente caldo, lasciamo la capitale percorrendo la trafficata e polverosa strada direzione Kassaro .
Ad accoglierci Sori, e la Casa di passaggio.
La domenica a Kassaro la trascorriamo sistemando tutto il materiale sanitario e non donato per la missione  in previsione delle visite ai diversi dispensari, maternità, e villaggi.
Nel pomeriggio riunione con Yacouba Diakite, sindaco di Kassaro, il suo vicesindaco e il segretario comunale per fare il programma delle attività della settimana.
Più tardi prima uscita per il villaggio in compagnia di Sori e, per Angela, Anna e Natalia il primo incontro con la realtà locale.
Tanto affascinante quanto terrificante lo scontro con la povertà , complice l’aridità che rende il paesaggio ancora più desolante.
Lunedì.
Le attività iniziano facendo la conoscenza delle maestre dell’ecole maternelle che ha sede in un buguso, accanto alla casa di passaggio.
Dopo ci rechiamo al dispensario e alla maternità, per un breve saluto e la raccolta dei primi dati sulle attività delle medesime.
Oggi avremmo voluto sostenere/adottare un piccolo malato, un bimbo con una malnutrizione severissima, ma non è stato possibile per motivazioni di organizzazione interna alla maternità di Kassaro.

Difficile esprimere ciò che gli occhi vedono e il cuore sente.
Un nodo in gola che nemmeno questo caldo sole riesce a sciogliere.
Ma forse desideriamo che non si sciolga, che rimanga li, come tutti i nodi che si rispettino, a ricordare.

Non riuscendo ancora a lasciare una testimonianza emotiva di ciò che vediamo, lasciamo alle immagini la descrizione del nostro viaggio.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.