Mission X: Day 7, Theresapura e gli orsi

Trascorriamo il nostro day 7 sul treno,  direzione Mysore, Presi ci chiama per sapere come procedono le nostre 16 ore di viaggio … ad un certo punto se ne esce fuori con “ma lo sapete che nel villaggio in Karnataka dove stiamo andando ci sono gli orsi?!” La prima impressione è che il nostro Presi non stia bene: forse ha la febbre, magari è malaria cerebrale! Gli orsi in India? Ma da quando? Si sprecano battute, va boh tanto noi abbiamo Lupo, Lupo contro orso: si accettano scommesse. Diciamo che c’è parecchia ilarità nel gruppo e con questo clima arriviamo in un posto nuovo per tutti noi: Theresapura-District Kudur, Karnataka. È amore a prima vista. Un susseguirsi di palme da cocco, casette piccole e semplici, dipinti con colori vivaci, e il classico ritmo lento di un’area abitata da pastori e agricoltori. È tutto molto diverso dal Tamilnadu, dove lo sguardo si perde su terreni arsi dal sole. Ad accoglierci a Theresapura quattro sisters: Desy nostro punto di riferimento, si occupa del piccolissimo dispensario, le altre tre3 invece insegnano nella scuola, l’unica presente su un territorio parecchio ampio. Ci facciamo raccontare della situazione scolastica: la loro è l’unica scuola dove i bambini possano studiare l’inglese ed avere la certezza che le insegnanti si presentino al lavoro. Nell’unica scuola governativa attualmente ci sono 10 bambini e 2 insegnanti, che però spesso sono assenti. In un’area di stampo fortemente induista (gli unici cattolici sono le sisters con il parroco) la gente è comunque felice di mandare i bambini nella Theresapur’s School. Le sisters e il padre da tanti anni ormai si occupano della gente del posto. In un’omelia il Padre ha detto una cosa che ha colpito tutti noi: a Theresapura non importa se ci sono famiglie induiste , mussulmane, cattoliche o jainiste, a Theresapura ci sono solo famiglie. Quasi da subito ci rendiamo conto di quale sia una delle prime necessità del posto: la costruzione della nuova scuola. Quella attuale è una struttura vecchia, pareti di fango dipinte di giallo, inoltre è in una posizione un po’ infossata, per cui regolarmente, nei giorni di pioggia tutte le classi vengono allagate. È proprio nella scuola che abbiamo fatto il nostro Medical Camp. Si sono presentate 150 persone, la metà delle quali con ginocchia artrosiche da paura, nonni che a noi piacciono tanto. Tutti molto educati, sorridenti e riconoscenti: mai prima d’ora era stato fatto un medical camp nel loro villaggio. Ma vi abbiamo lasciato con quel dubbio sugli orsi … leggenda “Theresapurana” o realtà?” è vero, le sisters  confermano che molti arrivano con ferite da orso. Noi non ne abbiamo viste però, al termine del medical camp, un copertone infuocato sulla strada ci avverte che è stato avvistato un orso … su una pianta da cocco … altro colpo di scena … ma da quando gli orsi salgono sulle palme?! Eppure è tutta verità.

La classe

In farmacia

In farmacia

Medical Camp

Medical Camp

Lascia un commento

3 pensieri su “Mission X: Day 7, Theresapura e gli orsi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *