Questo Natale, realizza i progetti 2018 facendo regali solidali

Se dovessimo scrivere una lettera a Babbo Natale sapete cosa gli chiederemmo? Di poter avere, anche per il 2018, sostenitori come voi che non ci hanno mai abbandonato: avete creduto nei progetti e ancora una volta aiutato nel realizzare quanto riportato nella carta dei propositi 2017.

Manca poco meno di un mese a Natale e a breve saluteremo il 2017. Tirando le somme è stato un anno difficile, di cambiamenti, in cui abbiamo sentito tanto la mancanza di Daniele e Yasmin ormai in pianta stabile in Kenya, un’assenza però solo fisica, di fatto la loro vicinanza è stata costante e hanno portato avanti progetti molto importanti, primo fra tutti Ready Now, a sostegno dei villaggi colpiti dalla grave siccità che ha messo in ginocchio il Kenya e in particolare il Samburu County. Il progetto continuerà per tutto il 2018 e sarà rivolto a prevenire i danni da siccità.

Il focus di  FTC è posato costantemente verso gli oppressi, le categorie più fragili e più vulnerabili. Insieme, uniti, continuiamo a credere che una vita migliore sia un diritto sacrosanto per tutti. In realtà, basta dare un’occhiata al di fuori di questo “mondo ideale”, per scoprire che di strada da fare per esser davvero il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo ce n’è ancora tanta. Così, se dovessimo chiedere un secondo regalo a Babbo Natale, allora gli chiederemmo un mondo meno indifferente.

Siccome Babbo Natale però non sappiamo se esiste davvero, allora cominciamo noi a fare il nostro. Come ogni anno, anche nel prossimo ci accompagnerà una frase che rappresenta un motto di tutti i giorni. Per il 2018 questa frase sarà: «un mondo differente non può essere costruito da persone indifferenti».

Questa frase la troverete su molto merchandising del nostro shop solidale. Panettoni e pandori, palline di Natale ne saranno  i messaggeri. Cerchiamo di farla nostra, ogni volta che abbiamo l’istinto di chiudere la porta in faccia a chi ha bisogno di una mano tesa, ogni volta che guardiamo il mondo e lo vorremmo diverso ricordiamoci che il primo passo è non essere indifferenti.

Ormai ci conoscete e sapete che il mese di Dicembre sarà quello dove maggiormente spingeremo il piede sull’acceleratore, per raccogliere fondi e per chiudere in bellezza il 2017. Potrete aiutarci recandovi nelle nostre sedi  ad acquistare i nostri gadget, che potrete scoprire qui sotto o nel nostro shopIn occasione del Natale, cercheremo di aumentare  i giorni di apertura o di istituire giornate speciali, come quella di Sabato 16 Dicembre c/o la sede di Moncalieri, che rimarrà aperta tutto il giorno con un’apertura speciale! Qui sul sito trovate sempre gli orari aggiornati.

Molti gli appuntamenti per il mese di Dicembre: lo Zumba solidale a Borghetto S.S. (SV), lo spettacolo Folle Volo con due veri attori e cinque migranti, un incontro a Ceriale con Francesco Piobbichi – autore del libro: Disegni dalla Frontiera, la presentazione di Mondovisioni (che tornerà puntuale con 5 docu film sia ad Asti che a Sv) a Savona: li trovate tutti sulla pagina Eventi del sito.

E invece cosa vogliamo realizzare nel 2018? Beh, riconfermiamo alcuni sostegni, per esempio la scuola serale per i bimbi pastore di Simalè, il sostegno allo S.H.E.R.P, la nursery di Tuum e la scuola di Gyaviira in Kenya, l’asilo di Kassaro in Mali, il food program di Eluru e il sostegno a distanza a Msolwa  Ujamaa, in Tanzania. Raccoglieremo ancora divise da calcio e da pallavolo per il progetto Africa United. Ovviamente continueranno le missioni dei volontari di Find the Cure, per visionare personalmente l’andamento dei progetti.

New entry: in Kenya la realizzazione di un Kiosk communitario per la distribuzione di acqua a Maralal, il progetto Bee Different legato all’apicoltura in samburu county e la ristrutturazione Casa Kenya. In Mali la costruzione di un edificio dedicato a infermeria nel villaggio di Djeguila e l’acquisto di un frigorifero alimentato a pannelli solari per la conservazione dei vaccini per il centro di salute di Nafadji Coro. In Tanzania la costruzione di un magazzino per lo stoccaggio del mais e di cereali.

Eccoci dunque alla fine di questa lettera, alla fine volevamo solo farvi gli Auguri di Natale, ma ci siamo fatti prendere la mano… Passate a trovarci nelle nostre sedi, và… così gli auguri, ce li faremo di persona.

PS Il nostro augurio? Che si possa essere differenti e mai indifferenti.

Nota: i prodotti di questo catalogo sono disponibili solo nelle sedi di Find the Cure o ai banchetti dei nostri eventi. Per ragioni logistiche non possiamo inviarli tramite servizio postale. Se hai bisogno di informazioni sulle taglie o modelli oppure vuoi prenotare un ritiro di persona, scrivici attraverso la form disponibile sotto ogni prodotto.