Entre os homens de bem

Jean Wyllys, instancabile portavoce della causa LGBT, è un corpo estraneo in un Congresso brasiliano di tendenze sempre più conservatrici. Il film è una sconvolgente introduzione all’attuale politica brasiliana, sempre più influenzata dai movimenti evangelici.

Brasile 2016 |
Caio Cavechini e Carlos Juliano Barros |
In portoghese con sottotitoli in italiano |
Brasile , Diritti Civili , LGBT

Entre-os-homens-de-bem
AD ASTI

Mercoledì 10/01/2018

Spazio Kor (ex Chiesa San Giuseppe); Piazza San Giuseppe, ASTI

A SAVONA

Giovedì 11/01/2018

Nuovo Film Studio, Piazza Rebagliati 6, SAVONA

Ospiti a Savona:

Gli Studenti del Laboratorio Audiovisivi Buster Keaton, Scienze della Comunicazione (Unige) che hanno realizzato per Mondovisioni i trailer della Rassegna.


Jean Wyllys è un corpo estraneo in un Congresso brasiliano di tendenze sempre più conservatrici. Lo accompagniamo durante tre anni di instancabile attività come portavoce della causa LGBT, che ne hanno fatto il protagonista di discussioni politiche che superano i confini della capitale Brasilia e investono l’opinione pubblica e i social network. Oltre a tracciare il profilo di un deputato e personaggio singolare, Among righteous men è una sconvolgente introduzione all’attuale crisi e polarizzazione della politica brasiliana, sempre più segnata dall’influenza dei movimenti religiosi evangelici, di cui fanno parte alcuni dei politici più attivi nell’impeachment della presidente Dilma Rousseff.

Festival: Festival do Rio

Find The Cure e Balla Coi Cinghiali propongono in provincia di Savona e Asti docu – film della Rassegna Mondovisioni – i documentari di Internazionale. I film sono stati selezionati dai migliori festival internazionali e raccontano storie attraverso le quali conoscere e approfondire questioni che riguardano l’attualità, la politica, i diritti umani e il mondo dei media. Questi appuntamenti al cinema fanno parte della rassegna culturale #NONLASCIAMOCIAPPIATTIRE, nata e voluta da Find the Cure per portare cultura, conoscenza, informazione, consapevolezza e per perseguire il motto “sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Per aiutarci a coprire i costi della rassegna, per l’ingresso è richiesta una donazione minima di 4 euro. Un piccolo investimento che per noi vale moltissimo. Siamo certi che non ve ne pentirete! Vi aspettiamo tutti per intraprendere insieme questo viaggio impegnativo, ma che sicuro ci lascerà tutti più consapevoli.

Un grazie sincero ai sostenitori della rassegna: